INDICE PRODOTTI:
DISPOSITIVI DI SICUREZZA
SENSORI MAGNETICI DI SICUREZZA
I sensori magnetici serie SMS36 e SMS88 abbinati ai relativi attuatori magnetici serie AMS36 e  AMS88 costituiscono dei dispositivi di sicurezza codificati adatti al controllo delle protezioni e dei ripari di macchine con limitata inerzia. Se sono abbinati ad un idoneo modulo di sicurezza, come quello AECO della serie MS-ER MA R01, si può realizzare un sistema di controllo della sicurezza con livello di integrità fino a SIL “3” , secondo EN 62061 o IEC 62061, livello di prestazione fino a PL “e”, secondo EN ISO 13949-1, e architetture fino alla categoria “4”, sempre secondo EN ISO 13849-1. Rispettando le prescrizioni della EN ISO 14119, l’azionatore magnetico deve essere fissato alla parte mobile del riparo, mentre il sensore alla parte fissa.
Quando l’azionatore magnetico codificato e il sensore si trovano ad una distanza relativa inferiore a quella di rilevamento prevista (Riparo chiuso), il sensore riconosce l’azionatore attivando i suoi contatti di uscita. Il sensore si attiva solamente in presenza del suo attuatore magnetico codificato e non con un comune attuatore magnetico. 

I sensori magnetici di sicurezza Aeco vengono forniti con uscita a cavo oppure con attacco per connettore M8 integrato o volante  e con connettore M12 volante. 
MODULI DI SICUREZZA
Il modulo di sicurezza della serie MS-ER MA R01 è  un blocco logico, con  unità  di  attuazione integrata, che può essere utilizzato per realizzare sistemi di controllo elettrici relativi alla sicurezza  funzionale della macchina. Applicazioni tipiche sono il controllo di: Arresti di emergenza  -  Fine corsa per ripari mobili  -  Sensori di Sicurezza  -Dispositivi con uscita allo stato solido come Barriere di Sicurezza fotoelettriche (ESPE).
Connettendo opportunamente questi dispositivi agli ingressi del modulo di sicurezza, si possono realizzare sistemi di controllo  a 2 canali con  livelli di integrità fino a SIL “3”,  secondo EN 62061 o IEC 62061 e livelli di prestazione fino a PL “e”, secondo EN ISO 13849-1. 
Si possono anche realizzare circuiti a 1 canale  ottenendo però  livelli di integrità fino a SIL “1” e livelli di prestazione fino a PL “c”.  
Il modulo è dotato anche di un ingresso di START dedicato, che opportunamente configurato, da la possibilità di realizzare le funzioni di START AUTOMATICO o di START MANUALE.