AECO_Rotazione - page 2

110
CONTROLLI ELETTRONICI DI ROTAZIONE
SERIE CRT
ELECTRONIC ROTATION CONTROL
CRT SERIES
PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO
Queste apparecchiature controllano l'intervallo di tempo che intercorre fra due
impulsi rilevati tramite un sensore in meccanismi con movimento rotante o ciclico.
Quando l'intervallo di tempo rilevato è superiore a quello prefissato sul dispositivo, lo
stesso interviene commutando il suo stato segnalando così l'eventuale diminuzione di
velocità o fermata dell'unità rotante o ciclica.
Se invece arrivano impulsi con tempo intercorrente fra loro inferiore al tempo impo-
stato sul dispositivo, il suo stato non commuta, permettendo così il regolare funzio-
namento. I dispositivi sono disponibili con unità di controllo indipendente dal sensore di
rilevamento (CRTP) o con sensore incorporato nell'unità stessa (CRT30).
Tali apparecchiature rappresentano un'ottima soluzione per la verifica di scorrimento,
rottura nastri, interruzione di accoppiamenti, sovraccarico, ecc. in applicazioni quali
nastri trasportatori, elevatori a tazze, frantoi, macinatoi, pompe, mescolatrici-impa-
statrici ed in altre applicazioni dove necessita controllare il rallentamento o la fermata
di unità rotanti o cicliche.
Questa apparecchiatura è costituita da un'unità elettronica centrale racchiusa in un
contenitore plastico con morsettiera e da un sensore di rilevamento a principio in-
duttivo, capacitivo o fotoelettrico in versioni NAMUR-NPN-PNP.
L'abbinamento a sensori di varie forme e dimensioni permette l'utilizzo del CRTP in
qualsiasi situazione di spazi e distanze di rilevamento differenti, presentando una
versatilità di utilizzo molto ampia.
FUNZIONI PROGRAMMABILI
1) TEMPORIZZAZIONE E RPM
La gamma di temporizzazione è compresa tra 0.03 sec. e 512 sec., distribuita su no-
ve scale selezionabili sul fronte tramite un commutatore dip-switch. La scala prescel-
ta è poi regolabile per mezzo di un potenziometro su scala graduata da 0.05÷1.
È
possibile, sommando due o più scale disponibili, ottenere dei valori di fondo scala
diversi da quelli in dotazione, ciò si ottiene
commutando lo switch dei valori prescelti
in pos. ON. (Es. Pos. 2 e 4 switch ON
corrisponde a fondo scala 144 sec.).
Tale operazione si può effettuare anche
nella scala in RPM.
Per la conversione tempo/RPM vedere la
tabella a pag 111.
2) TIPO DI FUNZIONAMENTO A-B
Nel momento in cui il CRTP ha dato il
segnale di fermo o di diminuzione della
velocità si possono avere due tipi di funzio-
namento selezionabili tramite commutatore
nella posizione 10 switch ON/OFF.
A: per riattivare l’apparecchiatura bisogna
togliere e poi ridare la tensione di
alimentazione oppure agire tramite reset,
pos. 10 switch ON.
B: l’apparecchiatura si riattiva al primo
impulso che arriva dal captatore oppure
tramite reset, pos. 10 switch OFF.
3) SENSORE DI RILEVAMENTO NAMUR - NPN - PNP
È
possibile selezionare, tramite commutatore nella posizione 11 switch ON/OFF, il
tipo di logica del sensore di rilevamento. Nella posizione ON si possono effettuare col-
legamenti di sensori NPN e nella posizione OFF collegamenti di sensori PNP e NAMUR.
4) CONTROLLO DI ROTAZIONE - SICUREZZA ALBERO FERMO
Con questa funzione selezionabile nella posizione 12 del commutatore si possono
ottenere due funzionamenti differenti con la stessa apparecchiatura.
4a) CONTROLLO DI ROTAZIONE - SWITCH OFF
Inserendo tensione all’apparecchiatura il relè interno si eccita e mantiene questa
posizione finché gli impulsi dal rilevatore arrivano entro il tempo impostato.
Se entro tale tempo non arriva alcun impulso, il relè si diseccita, dando così la condi-
zione di allarme. Nel caso di mancanza di alimentazione il relè di diseccita (vedere
diagramma di funzionamento), dando così la condizione di allarme (rallentamento -
fermata).
4b) CONTROLLO DI SICUREZZA ALBERO FERMO - SWITCH ON
In questa condizione il relè si comporta esattamente all’opposto della condizione
precedente, il relè si ecciterà solo quando non arriverà alcun impulso entro il tempo
impostato dando così la condizione di albero fermo, in questa condizione nel caso di
mancanza di alimentazione il relè si diseccita, dando così la condizione di allarme
(albero in movimento).
This device is composed of a central electronic unit inside a plastic housing with ter-
minal block and a detecting sensor that works according to inductive, capacitive or
photoelectric principles in NAMUR-NPN-PNP versions. utilisation of sensors with va-
rious size and shapes permits CRTP to be useful in any detecting of different space
and distances which makes its utilisation very vast.
PROGRAMMABLE FUNCTIONS
1) TIME AND RPM
The time range is from 0.03 sec. and 512 sec. distributed on nine scales which can
be selected by means of the front mounted dip switches. The selected scale can then
be adjusted by means of a potentiometer which has a graduated scale from 0.05÷1.
It is possible by summing two or more scales to obtain full scale values which are
different to the standard ones, this is
obtained by placing the switch with the
values preselected in the ON position
(e. g.: Pos. 2 and 4 swith on correspods to
a full scale of 144 seconds). This operation
can also be carried out on the RPM scale.
For the conversion time/RPM see page 111.
2) FUNCTION A-B
When the CRTP gives out a signal of stand-
still or slowing down it is possible to have
two types of functions which can be selec-
ted by switch number 10 ON/OFF.
A: in order to reactivate the unit it is
necessary to switch the power supply off
and then on or reset.
B: the unit can be reactivated by means of
the first impulse which arrives from the
sensor or by means of the reset.
This is obtained with the switch in the OFF
position.
3) SENSOR - NAMUR - NPN - PNP
It is possible to select via the switch number 11 in the ON/OFF position the type of
logic for the sensing unit. In the ON position it is possible to connect NPN sensors and
in the OFF position PNP and NAMUR sensors.
4) ROTATION CONTROL - SHAFT STAND STILL
These functions can be selected by switch number 12 and in this way both functions
can be carried out by the same instrument.
4a) ROTATION CONTROL - SWITCH OFF
With power applied the relay switches and maintains this position as long as the
impulses from sensors are within the set time.
If within that time no impulse is received the relay changes state giving an alarm
condition, in the case of lack of power supply the relay changes state (see working
diagram) giving the alarm condition (slowdown or stopping).
4b) SHAFT STAND STILL CONTROL - SWITCH ON
In this situation the relay works in exactly the opposite way.
The relay activates when no impulse arrives within the set time thus showing the
shaft stand still condition.
In the case of loss of power supply the relay changes state thus giving the alarm
condition (shaft movement).
WORKING PRINCIPLE
This device measures the time gap between two signals read by a sensor on a revol-
ving or cycling mechanism. When the time gap becomes greater then the pre-set
value, the device itself activates and signals a drop in velocity or full stop of the
mechanism’s movement.
Lower values compared to pre-set value do not activate the device.
This device is available with a control unit indipendent from signal reading sensor
(CRTP) or with the sensor incorporated in the device (CRT30).
This device is ideal for control of slipping transport belts, chain breakage, power
interruption or overloads etc... in applications such as belt transport, chain elevators,
mills, grinders, pumps, kneading mixers and in other situations where movement
control of revolving or cycling mechanisms is necessary.
MODELLO CRTP
TYPE CRTP
1 3,4,5,6,7,8
Powered by FlippingBook